Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues
barretta-trasparente.png
Telefono: (+39)  0984 961806

notaioannamuto@notariato.it

La successione ereditaria è legata ad un evento triste e  spesso rimosso dai propri pensieri: la morte; essa è, però, ineludibile, per questo a tutti sarebbe utile conoscere i principi del diritto successorio. Attraverso queste regole viene, infatti, assicurato il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi e passivi dal defunto ai suoi eredi.

Per regolare i rapporti patrimoniali tra i coniugi il nostro codice civile prevede un regime applicabile a tutte le famiglie nel caso in cui i coniugi non esprimano alcuna volontà specifica; tale regime patrimoniale è quello della comunione legale. Ad ogni modo la legge consente ai coniugi di scegliere un regime diverso sia al momento del matrimonio che successivamente.

Il mutuo è un contratto con il quale una parte (di solito una banca) trasferisce una determinata quantità di denaro a favore di un'altra, detta mutuatario, affinché possa goderne per un tempo determinato a fronte del pagamento alla banca degli interessi. 

Capacità giuridica e capacità di agire

La capacità di essere titolari di rapporti giuridici si chiama capacità giuridica e si acquista al momento della nascita. Diversa è la capacità di disporre di tali diritti ed obblighi (detta anche capacità di agire); per disporre di tale capacità occorre che il soggetto abbia acquisito una certa consapevolezza delle proprie azioni: infatti la stessa si acquista con il raggiungimento della maggiore età.

Ciascuno o entrambi i coniugi, per atto pubblico, oppure una terza persona, anche per testamento, possono destinare determinati beni (immobili o mobili iscritti in pubblici registri o titoli di credito) a fare fronte ai bisogni della famiglia. I beni costituiti in fondo patrimoniale vengono specificamente destinati a tale scopo ed i creditori dei coniugi non possono soddisfarsi su tali beni per debiti contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia.

Che succede quando una persona è titolare di una impresa individuale ed a tale attività collaborano i suoi familiari? Sovente tali rapporti si creano “di fatto” e i membri della famiglia non si preoccupano di regolare i loro rapporti, tanto meno con accordi scritti. Ciononostante la legge riconosce particolari diritti ai familiari che collaborano con il titolare di una impresa.

Cosa significa donare 

La donazione è il contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte (donante) arricchisce l'altra (donatario), disponendo a favore di questa di un diritto proprio o assumendo verso la stessa un'obbligazione. In pratica, è l'atto con cui si regala un bene oppure ci si obbliga, per esempio, alla prestazione di un vitalizio.

L’amministrazione di sostegno è uno strumento nuovo e versatile che è stato introdotto nel codice civile con la legge 9/01/2004, n. 6 e si affianca agli istituti dell’interdizione e dell’inabilitazione. Il tratto principale dell’amministrazione di sostegno consiste nel suo adeguarsi, come un vestito su misura, alla condizione di disagio della persona, riducendo al minimo i suoi impedimenti ed esaltando al massimo le sue potenzialità.

Acquistare una casa con il notaio Anna Muto

L’acquisto o la vendita di una casa è uno dei passaggi più importanti della vita di molte persone. Un fabbricato, di solito, ha un valore elevato, proprio per questo motivo la sua vendita ed a maggior ragione il suo acquisto non devono essere presi alla leggera. Tra l’altro queste operazioni sono complesse e dense di insidie. Sarebbe, quindi, poco saggio affrontarle senza i consigli di un esperto in materia, come il notaio.

Chiedi un appuntamento allo Studio
del Notaio Anna Muto

Via E. Altomare, 58
87054 Rogliano (CS) Italia
Telefono: (+39) 0984 961806
Fax: (+39) 0984 1801578
Cellulare: (+39) 347 9169236
E-mail: notaioannamuto@notariato.it
anna.muto@postacertificata.notariato.it

Partita Iva: 03331520787

Clicca qui...

 


© Copyright 2015 - 2021. Tutti i diritti riservati

NOTAIO ANNA MUTO
Via E. Altomare, 58 - 87054 Rogliano (CS) Italia
Telefono: (+39) 0984 961806
Fax: (+39) 0984 1801578
Cellulare: (+39) 347 9169236
E-mail: notaioannamuto@notariato.it
PEC: anna.muto@postacertificata.notariato.it
Codice fiscale: MTUNNA78A69D086K
Partita Iva: 03331520787


Powered by 



Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter, riceverai tutte le nostre ultime notizie

Search